WEBINAR: Finanziamenti UE per l'internazionalizzazione

Il 27 novembre, dalle 10.30 alle 13, seminario gratuito sui finanziamenti UE per l’internazionalizzazione. A Milano, Palazzo Giureconsulti in piazza Mercanti, 2 e in video streaming live su "Newsmercati.it".

L’internazionalizzazione delle aziende europee, con particolare riguardo a quelle di piccole e medie dimensioni, è un importante obiettivo delle politiche comunitarie UE che dedicano consistenti risorse e incentivi ripartiti in numerosi programmi suddivisi per obiettivi geografici e tematici.

Ogni anno l’Unione Europea mette a disposizione più di 15 miliardi di euro per i programmi di aiuto allo sviluppo dei Paesi emergenti, all’interno dei quali esiste un largo spazio per contratti di fornitura di beni e servizi e per attività in partnership con imprese locali. I bandi di gara per la realizzazione di tali progetti sono aperti e comunicati con un significativo anticipo.

Nel contesto del programma CIP vengono erogati 3,6 miliardi di euro annui per promuovere l’innovazione delle piccole e medie imprese.

Esistono inoltre progetti promossi dal Fondo Europeo di Investimenti e dalla Banca Europea degli Investimenti che possono essere utilizzati per il rafforzamento patrimoniale e un migliore accesso al credito delle imprese che intendono allargare i propri orizzonti geografici e/o operare in partnership con imprese locali su nuovi mercati.

Le aziende italiane si trovano però di fronte a un duplice tipo di difficoltà:

  • non è facile informarsi in modo sistematico su queste iniziative
  • l’apparente complessità delle modalità di partecipazione dissuade molte aziende dal partecipare.

Per aiutarti a superare queste criticità, Newsmercati organizza un webinar il 27 novembre con esperti del settore.

  • Collegati dalle ore 10.30 al sito http://www.newsmercati.it/
  • oppure partecipa gratuitamente all’incontro a Palazzo Giureconsulti, in piazza Mercanti, 2 a Milano.

Informazioni:
patrizia.mutti@mi.camcom.it
Tel. 02 8515.5938

Fondi Ue dedicati alla cooperazione internazionale Ripartizione geografica (2012)

Assistenza pre-adesione (1,9 miliardi di euro)
Turchia, Croazia, Serbia, Bosnia Erzegovina, Albania, Montenegro, Kosovo, Macedonia, Islanda.

Strumento europeo di vicinato e partenariato (2,3 miliardi di euro)
Egitto, Libia, Tunisia, Algeria, Marocco, Siria, Giordania, Libano, Territori Palestinesi, Israele, Ucraina, Moldova, Bielorussia, Armenia, Azerbaijan, Georgia.

Cooperazione allo sviluppo (2,6 miliardi di euro)

  • Africa subsahariana + Caraibi (Haiti/S. Domingo) e Pacifico (Papua Nuova Guinea) / oltre 80 Paesi
  • America Latina /18 Paesi
  • East Asia da Pakistan a Cina / 20 Paesi
  • Asia centrale / 5 Paesi
  • Medio Oriente: Iran, Iraq, Yemen.

Diversi

  • Aiuti umanitari (800 milioni di euro)
  • Democrazia e diritti umani (200 milioni di euro)
  • Politica estera e di sicurezza comune (400 milioni di euro)
  • Strumento per la stabilità (300 milioni di euro).

Strumenti di finanziamento UE per le piccole e medie imprese

Programma CIP (Competitiveness and Innovation)

Il programma dispone di un budget di oltre 3,6 miliardi di euro ed è suddiviso in tre diversi capitoli mirati a promuove l’imprenditoria e l’innovazione, l’information technology e i sistemi intelligenti di gestione dell’energia.

A partire dal 2014 al Programma CIP subentrerà il COSME (Competitiveness of Enterprises and SMEs) che prevede un’estensione del meccanismo delle garanzie anche a operazioni di ammontare ridotto fino a 150mila euro. Previsti inoltre un intervento per promuovere la cartolarizzazione dei debiti delle PMI e un supporto attraverso i fondi europei di venture capital.

Programma Horizon 2000

In fase di approvazione erogherà crediti finalizzati a iniziative di ricerca, sviluppo, innovazione e offrirà supporto anche attraverso i fondi di venture capital.

Banca Europea degli Investimenti (BEI)

E’ il principale ‘braccio operativo’ dell’Unione Europea nel settore delle PMI. Opera prevalentemente in modo indiretto attraverso accordi con banche e istituzioni finanziarie convenzionate che gestiscono l’erogazione dei crediti alle PMI sulla base di accordi specifici. Questi accordi sono collegati in genere a programmi europei tra cui quelli precedentemente indicati.

Gestisce l’European Investment Fund (EIF) che opera attraverso le seguenti modalità:

  • partecipazione diretta a finanziamenti erogati dalle banche alle PMI
  • cartolarizzazione di portafogli di crediti erogati da banche e istituzioni finanziarie alle PMI
  • partecipazione ad altri fondi di venture capital.

In particolare è investito del compito di selezionare i fondi europei che potranno avvalersi dei contributi dei programmi CIP, COSME, Horizon 2000.

Interventi di garanzia e controgaranzia (SME Guarantee Facility) su prestiti erogati da banche e istituzioni finanziarie. Recentemente ha avviato una nuova ‘facility’ denominata Risk Sharing Instrument mirata soprattutto a iniziative di innovazione delle PMI.